“Quando Dio dirà Basta” di Emilia Dileo

ISBN 978889417869          € 15,00

Maggio 2019

Come epigrafe per questo romanzo di Emilia Dileo si potrebbe usare uno dei più trepidi e sensibili versi di Penna: “Una strana gioia di vivere anche nel dolore”… linguaggio narrativo acuto, intenso, sinsibilissimo… Sono, queste, pagine esemplari, in cui si concreta perfettamente la singolare capacità di Emilia Dileo di mettere nei fatti e nelle vicende raccontate tutta la carica della sua splendida e intatta passione del vivere che, allora, coincide con l’ugualmente intensa passione
di narrare… Avere detto tutto questo in un linguaggio che rende perfettamente coraggio e gioia del vivere perchè esso è strenuamente colmo della gioia e del coraggio di raccontare mi sembra costituire un risultato letterario davvero insolito, raro, originalissimo.

“46+1= INFINITO” di Giovanna Gallo

ISBN 9788894178852          € 10,00

Gennaio 2019

46+1=47… questo suggeriscono il buon senso e le consuete regole aritmetiche.
Eppure la somma dei cromosomi nelle persone Down può condurre a risultati sorprendenti… Pensate solo per un attimo al simbolo matematico dell’infinto, osservate i loro occhi e aprite la porta verso nuovi, meravigliosi
scenari.
46+1=47… questo
suggeriscono il buon
senso e le consue-
te regole aritmetiche.
Eppure la somma dei
cromosomi nelle per
sone Down può con-
durre a risultati sor
prendenti… Pensate
solo per un attimo al
simbolo matematico
dell’infinto,

“L’ Opera Dialettale” di Mario Albano

ISBN 978889417845          € 30,00

Novembre 2018

Un cofanetto di 4 Volumi contenente tutta l’opera dialettale di Mario Albano poeta lucano.
I volumi sono così suddivisi:
“Cuntana d’Aprile”
“Cuntana d’Aprile” edizione originale del 1984
“La Bertela” Poesie potentine
“L’Opera Dialettale di Mario Albano” Saggio a cura di Vincenzo Matassini
Il cofanetto è una importante opera da conservare che ripercorre la storia di uno dei più importanti poeti lucani

“Poesie” di Francesco Cosenza

ISBN 9788894178821          € 10,00

Aprile 2018

Il linguaggio di Francesco, così multiforme e variopinto, così pieno di agili intuizioni e di felici figure, ci offre un viaggio nella vita che si compie attraverso il qui. Nella sua interessante arguzia verbale, questo autore sorprende per il gran bazar di visioni e per la capacità di aprire varchi nella piccolezza, riconoscere la piccolezza del gigantesco, far dialogare gli opposti.
E’ una poesia che si libera di verso in verso come se fosse priva di articolazioni e avesse il solo desiderio di scorrere morbida come acqua di fiume, fino a quando non incontra il mulinello che la impensierisce e la conduce a pensare che dietro questi fuochi di artificio, di segni e di sogni, è in palio la vita.
A tratti , come è classico dei talenti, questo verseggiare sembra diventare quasi un gioco, dimentica ogni traiettoria e indugia in un simpatico godimento del proprio virtuosismo espressivo. Ma per asciugare e condurre tutto all’essenziale c’è tempo. Intanto qui si avvera una caleidoscopica proposta di tragitto che spesso fa attraversare i territori della felicità espressiva e con naturalezza spinge a dire la parola poesia.
multiforme e variopinto, così
pieno di agili intuizioni e di felici
figure, ci offre un viaggio nella
vita che si compie attraverso il
qui. Nella sua interessante arguzia
verbale, questo autore sorprende
per il gran bazar di visioni e per
la capacità di aprire varchi nella
piccolezza, riconoscere la picco-
lezza del gigantesco, far dialogare
gli opposti.
E’ una poesia che si libera di
verso in verso come se fosse
priva di articolazioni e avesse il
solo desiderio di scorrere mor
bida come acqua di fiume, fino a
quando non incontra il mulinello
che la impensierisce e la conduce
a pensare che dietro questi fuochi
di artificio, di segni e di sogni, è in
palio la vita.
A tratti , come è classico dei
talenti, questo verseggiare sembra
diventare quasi un gioco, dimen-
tica ogni traiettoria e indugia
in un simpatico godimento del
proprio virtuosismo espressivo.
Ma per asciugare e condurre tutto
all’essenziale c’è tempo. Intanto
qui si avvera una caleidoscopica
proposta di tragitto che spesso fa
attraversare i territori della felicità
espressiva e con naturalezza spin-
ge a dire la parola poesia.
Gianluca Caporaso
Francesco Cosenza è nato
a Potenza dove vive e lavo-
ra. Giornalista, pubblicista ha
collaborato con numerose
testate giornalistiche locali
ed è membro del comitato di
redazione della rivista scien-
tifica trimestrale di varia cul
tura Leukanikà. Collaborato-
re, ormai da diversi anni, del
“Premio Letterario Basilicata”,
ha pubblicato il suo prima sil-
loge “Passaggi nel 2013”. .
Francesco Cosenza
BLUE
Poesie
€ 10,00
NUOVA COPERTINA2.indd Tutte le pagine
21/04/18 18:25

“Io Lavandino” di Mauro V. Fortarezza

ISBN 9788894178838          € 15,00

Novembre 2018

È la storia di un bambino sensibile che impatta con la scuola in modo poco fortunato, anche a causa di un evento traumatico… il terremoto. Con varie difficoltà, giunge alle superiori, ma presto, quella scuola, decide di abbandonarla, nel contesto di una complicata situazione familiare e ammaliato da una sua grande passione… la musica, che lo porterà lontano, ma fuori dai binari della realtà. Fra problemi d’amore, naia e viaggi avventurosi, pian piano diventa grande, trasformandosi da ragazzo a uomo e arrivando a comprendere, finalmente, dopo una deludente esperienza nel mondo della musica, l’importanza della scuola, che anni addietro aveva abbandonato, per cui decide di tornare fra i banchi.
Il tema centrale è quindi la scuola, cammino fondamentale e filo d’Arianna per non smarrirsi nei labirinti della vita. Quel “Lavandino” (il nomignolo usato – a posto di Valentino – dai suoi dispettosi compagni delle elementari), nel tempo diventato prima un odioso ostacolo nel frequentare la scuola, poi un pretesto per
non frequentarla ed infine la simbolica giustificazione per averla mollata, convinto di dover seguire la strada della musica, ad un tratto diventa un ‘coccio sbrindellato’; inconscio fardello, servito solo a fargliperdere tanto tempo prezioso.

“La storia di Antonio e altri soldati” di AA VV

ISBN 9788894178807          € 10,00

Settembre 2016

È il coronamento di un lavoro di scrittura creativa portato avanti con i ragazzi delle scuole secondarie di I e II grado. Ambientato nel periodo della grande guerra del 15-18 con storie scritte dai ragazzi del corso di scrittura creativa. Grande richiamo al ruolo dei “Santini”, queste piccole immagini di Santi che davano conforto ai nostri soldati.

Bellissimo lavoro delle Maestre Anna Lucia Pascarelli e Maria Teresa Pirretti fatto con i ragazzi della Scuola Primaria di San Giovanni Bosco dell’Istituto Comprensivo Luigi La Vista.

Il lavoro è una bella parodia sul Natale e su Babbo Natale che nasce da un progetto fatto a scuola. Tale progetto è stato poi completato con la costruzione di una Casa di Babbo Natale a dimensioni reali.

Il tutto seguendo le “regole” della fantasia dei bambini che … non è poca

Categorie: Ermes

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: